Medicina estetica

La Medicina Estetica è una branca recente della medicina che, partendo da un approccio preventivo e attraverso una diagnostica accurata, si pone come obiettivo ottenere e mantenere un aspetto gradevole e una forma fisica appropriata.
Il Medico Estetico quindi privilegia un approccio globale, che tiene conto di tutti gli aspetti che possono influire sugli obiettivi che intende perseguire: dall’alimentazione all’attività fisica, per arrivare alla correzione di inestetismi tramite trattamenti medici specifici quali: Biorivitalizzazione cutanea, Filler con acido ialuronico, Botulino per la correzione delle rughe di espressione, Lifting non chirurgico con fili riassorbibili per la biorivitalizzazione, fino alla Piccola chirurgia dermatologica laser CO2.

Filler con acido ialuronico

L’acido ialuronico è un componente naturale della pelle ed è tra i responsabili della sua bellezza. L’età, gli ormoni, le intense esposizioni al sole e il fumo di sigaretta sono tra i responsabili della riduzione nella produzione di acido ialuronico e questo porta inesorabilmente alla formazione delle rughe e alla comparsa di cedimenti cutanei. Iniettare acido ialuronico laddove serve significa restituire alla nostra pelle il suo naturale turgore e il suo aspetto fresco e ordinato. La durata del trattamento è variabile in base alle abitudini di vita e alla predisposizione individuale ed attorno ai 4-6 mesi.

Filler con acido ialuronico dedicato alle labbra

Le nostre labbra sono una zona dalle caratteristiche completamente diverse da quelle del resto del viso, che necessita pertanto di un filler a base di acido ialuronico completamente dedicato ad essa. Questo allo scopo di ottenere un risultato che sia il più naturale possibile. La durata di questo trattamento di medicina estetica è variabile, in base alle abitudini di vita e alla predisposizione individuale ed attorno ai 6 mesi.

Filler con acido ialuronico ad effetto volumizzante

Un viso dall’aspetto giovane ha un contorno arrotondato e lineamenti ben definiti. La perdita di elasticità del viso conferisce un aspetto stanco e non più giovanile.
Utilizzare dei filler ad effetto liftante (il cosiddetto lifting medico) consente in maniera naturale ed armonica di contrastare l’effetto del tempo e di restiture tono e supporto al viso, anche in pazienti con disarmonie ortodontico-ortopediche del volto. La durata di questo trattamento di medicina estetica è variabile, in base alle abitudini di vita e alla predisposizione individuale ed attorno ai 10 mesi.

Botulino per la correzione delle rughe di espressione e il trattamento dell’iperidrosi

Il Botulino è un farmaco selettivo tra i più studiati e diffusi al mondo, che agisce rilassando il muscolo in maniera temporanea. Trova pertanto indicazione non solo in campo medico-estetico, ma anche in neurologia, oculistica, chirurgia maxillo-facciale, pediatria ed altre branche della medicina, a dimostrare l’ampia versatilità di questo farmaco e la sua maneggevolezza.

Botulino in Medicina Estetica per il trattamento delle rughe del viso

In medicina estetica è utilizzato per trattare i muscoli del terzo superiore del volto, dove determina un rilassamento muscolare la cui entità può essere modulata in funzione del dosaggio, consentendo di attenuare o eliminare le rughe della fronte, tra le sopracciglia, le zampe di gallina, in particolare per le rughe di espressioneIl trattamento consiste nell’effettuare delle microiniezioni non dolorose in punti anatomici ben precisi, che il medico specialista sa ben individuare, dosando opportunamente il farmaco in maniera tale da ottenere un aspetto naturale. Il trattamento è ambulatoriale, il paziente può riprendere immediatamente le normali attività. Il risultato non è subito visibile, ma lo sarà dopo una settimana circa. La durata dell’effetto varia dai 4 ai 6 mesi. Il punto di forza del botulino è che è sempre e comunque reversibile! Pertanto non è in grado di provocare danni neurologici a lungo termine.

Botulino in Dermatologia per il trattamento dell’iperidrosi

In ambito dermatologico la tossina botulinica può essere adoperata anche per l’iperidrosi, quel fastidioso problema causato da una eccessiva sudorazione delle ascelle, mani e piedi, poiché agisce bloccando la secrezione ghiandolare. Anche in questo caso il trattamento è ambulatoriale e il paziente può riprendere le normali attività dopo la seduta. I risultati durano circa 6 mesi.

Peeling chimico (chemioesfoliazione)

La chemioesfoliazione, volgarmente detta peeling chimico (dall’inglese to peel=sbucciare), è un atto medico che consiste nell’applicare sulla cute un acido organico, con conseguente rigenerazione dell’epidermide e rimodellamento del derma. A seconda della profondità di penetrazione dell’acido organico, si può distinguere in peeling molto superficiale, qualora interessi il solo strato corneo, superficiale, se interessa la parte vitale dell’epidermide fino ai cheratinociti basali, medio, fino al derma reticolare, e profondo, che si spinge fino al derma papillare. Per quando si tratti di una metodica conosciuta fin dall’antichità, rappresenta a tutt’oggi uno strumento estremamente valido ed efficace nell’armamentario del medico che si occupa di medicina estetica, poichè consente di trattare diverse problematiche sia di natura estetica (crono e fotoageing), sia patologica (acne, rosacea, cheratosi). La scelta del tipo di trattamento e di prodotto utilizzato è fatta dal Medico in base al problema (ageing, macchie, cicatrici, acne..). I tempi di recupero variano a seconda della profondità di azione del peeling.

Biorivitalizzazione cutanea

Col passare del tempo le scorte di acido ialuronico tendono a ridursi e questo causa perdita di freschezza, luminosità e di idratazione della nostra pelle. Grazie al trattamento di biorivitalizzazione possiamo supplire a questa perdita preservando le scorte naturali di questa preziosa sostanza. Il trattamento consiste in microiniezioni che vengono effettuate su tutto il viso, collo, décolleté e dorso delle mani. Può essere eseguito con l’utilizzo di aghi sottilissimi (biostimolazione classica) oppure mediante l’ausilio di microcannule (soft restoration), utilizzando acido ialuronico a peso molecolare più o meno elevato a seconda delle necessità della cute: il trattamento è personalizzato a seconda delle necessità della pelle e del tipo di paziente e consente di creare una “riserva di acido ialuronico”, che rallenta l’avanzare dei segni del tempo. Il trattamento è indolore e si possono riprendere immediatamente le normali attività quotidiane.

Lifting non chirurgico con fili riassorbibili per la biorivitalizzazione

Il FTC LIFT (Fine Thread Contour Lift) è una innovativa metodica ambulatoriale, non chirurgica, attraverso la quale si inseriscono, senza incisioni, dei fili di biostimolazione in PDO (polidossanone), nel viso o nel corpo, in corrispondenza del derma, allo scopo di creare uneffetto lifting immediato, ma, soprattutto, unrinnovamento della pelle a lungo termine.

Il PDO è un medical device ampiamente utilizzato in chirurgia generale e in cardiochirurgia per le sue caratteristiche, è completamente riassorbibile per via idrolitica dopo circa sei mesi con minima reazione infiammatoria, e pertanto da questo punto di vista assolutamente sicuro.

Quando usare i fili di sospensione?

I fili di sospensione sono utili come complemento agli altri trattamenti di medicina estetica per quelle aree “difficili” che progressivamente, col passare del tempo, tendono a perdere di elasticità,tono, compattezza, definizione, come la parte inferiore del viso, il collo, il décolleté, le braccia, laddome i glutei.

Utilizzare in queste zone i fili di sospensione significa ottenere un effetto di sostegno immediato (dato dalla presenza di fili), e ritardato (visibile dopo circa 2-3 settimane), conseguente alla produzione di collagene, acido ialuronico ed elastina, che si tradurrà in un incremento della luminosità, nel miglioramento delle rughe, delle pliche cutanee e della flaccidità della pelle.

La seduta è praticamente indolore, i risultati sono progressivi e duraturi nel tempo e sono più evidenti dopo circa due-tre settimane rispetto all’impianto, quando comincia ad essere esercitato l’effetto biostimolante.

Il riassorbimento dei fili è all’incirca di sei mesi ma la durata dell’effetto è maggiore.

Rimozione dei tatuaggi con tecnologia Laser 

L’abitudine a decorare il corpo con i tatuaggi è diffusa in tutto il mondo ed attualmente rappresenta un fenomeno di tendenza e di moda. Qualche volta però capita di pentirsi o di stancarsi di aver tatuato il proprio corpo. L’unica metodica attualmente realmente efficace per la rimozione dei tatuaggi, che si accompagna ad all’insorgenza di un minor numero di eventi avversi, supportata dalla letteratura scientifica internazionale e’ il laser. Presso il nostro studio si utilizza laser di ultima generazione.

Questa trattamento infatti consente, con un numero di sedute variabile, intervallate ogni 45-60 giorni, di ottenere ottimi risultati nella rimozione del tatuaggio. La seduta è generalmente ben tollerata, solo in alcuni casi è necessario eseguire una anestesia locale per infiltrazione, in caso di tatuaggi molto grandi o localizzati in zone particolarmente sensibili. Dopo la seduta sarà necessario applicare una crema antibiotica per alcuni giorni, sotto consiglio dello specialista, ed evitare l’esposizione al sole della zona trattata.

 

Piccola chirurgia dermatologica laser CO2

Grazie all’utilizzo di apparecchiature laser di ultima generazione, la Dott.ssa Lucia Calvisi è in grado senza l’uso del bisturi di risolvere numerosissimi inestetismi cutanei, garantendo dei tempi di recupero molto più rapidi rispetto alla chirurgia tradizionale e nel rispetto della sicurezza, data dalla competenza dermatologica.

La Laserchirurgia Dermatologica con l’utilizzo del laser CO2 di ultima generazione permette infatti di eliminare numerose lesioni, quali:

  • Cheratosi seborroiche ed attiniche
  • Nevi papillomatosi
  • Fibropapillomi
  • Xantelasmi
  • Verruche
  • Molluschi contagiosi
  • Condilomi acuminati

Le cheratosi o verruche seborroiche sono dei fastidiosi disturbi estetici che si presentano come lesioni verrucose di colorito bunastro, dequamanti, talvolta pruriginose, localizzate in genere al volto, cuoio capelluto e tronco, di dimensioni variabili da pochi millimetri ad alcuni centimetri, con tendenza ad aumentare di numero e di dimensioni. Con l’utilizzo del laser CO2 è possibile eliminarle in modo rapido e ambulatorialmente.

Si possono inoltre eliminare le verruche volgari e le verruche plantari, lesioni verrucose causate dal virus HPV, estremamente contagiose, che si localizzano, a seconda del ceppo virale che le ha determinate, sul corpo o sulla pianta del piede.

Altra lesione molto comune sono i fibropapillomi, escrescenze peduncolate benigne della pelle, che si possono localizzare sul collo, nelle ascelle, nell’inguine e persino sul volto. Pur non essendo di natura infettiva, in alcune famiglie vi sarebbe una sorta di predisposizione a formare i fibromi penduli che, se non eliminati, tendono ad aumentare di numero e di dimensioni. Si possono trattare agevolmente con il laser: il trattamento è ambulatoriale e veloce, in seguito si avrà la formazione di una crosticina che dovrà essere opportunamente medicata con una crema antibiotica e cadrà nel giro di pochi giorni.

Gli xantelasmi invece sono delle lesioni giallastre, localizzate a livello palpebrale, spesso correlate con alterazioni del metabolismo del colesterolo, che possono essere eliminate con il laser molto più semplicemente rispetto alla chirurgia tradizionale, con dei tempi di recupero decisamente più brevi.

Contatti

Napoli

Via Tasso 181/G Napoli
Tel.  081 66 28 38

Avella

Viale San Giovanni 21 – Avella (AV)
Tel.  081 510 36 84

Prenota qui il tuo appuntamento

9 + 6 =